Settembre 2014 finalmente ho trovato casa, dopo un po’ di anni e ricerche deludenti. Un bellissimo momento che significava più metri quadrati e più sfogo alla mia creatività. Il mio unico pensiero era: come arredarlo, con tutto il carico di stress e scatoloni infiniti da fare, pappe e pannolini da cambiare, lavori di ristrutturazione veloce (pittura, mattonelle etc.) da seguire. Nonostante ciò facevo ugualmente le nottate a sognare ad occhi aperti. Vi chiederete, sicuramente, ma il marito? Bene, nota dolente, lui fa il musicista. Dove??? In Florida, sì, avete capito bene, in America. Ma qui ci andiamo a impelagare in altre storie, un po’ per volta va!

Tavolino in legno con tazza e computer

Iniziarono così le notti insonni, rapita dall’euforia e dalle combinazioni che la mia mente sovrapponeva a velocità supersonica, nottate passate su Pinterest, schizzi su un quadernetto con tanto di matita e pastelli. Pastelli? Proprio come un’adolescente! La parte difficile stava per avere inizio: conciliare il mio gusto, le esigenze di un poppante di 14 mesi, due gatti, un marito “pendolare” e nuovo ospite a sorpresa un pianoforte a muro da infilare in salotto!

Mio grande alleato nel dar struttura e forma alle mie idee, come già vi accennavo, è Pinterest, custode di album ordinati per stanze, sogni, home decor e Diy. Ma quali erano le immagini dei miei archivi? I miei album virtuali ma curati con tanta minuzia cosa mi suggerivano? In base a cosa avrei dovuto scegliere?

Bene, a 34 anni penso di avere osservato e apprezzato vari modi di intendere il design, il decor e le mode del momento, facendo tesoro sempre o quasi, di tutto quello che vedevo per poi magari riadattarlo a mio piacimento. Mi incuriosiva l’Oriente, i suoi colori e le sue stoffe, oggi nella scelta dei miei tappeti Kilim, nelle fodere dai motivi aztechi in lana grezza dei miei cuscini, nelle piccole sculture di legno nascoste tra le piante. Il mondo messicano e la mia amata Frida e tutto quello che ne concerne tra colori e motivi floreali. Amo le cose antiche, con la storia che si portano addosso e le loro crepe. Amo le locandine dei film, di quelli che conosco a memoria, le vecchie foto e i quadri a casa di mia madre fatti da mio zio e mio fratello.

Ma sto divagando, come è mio solito fare. Torniamo alla scelta.

Molti, ma molti anni fa, in una foto di un’amica vidi la Norvegia, la neve, il bianco ovunque e il legno e capii che mi sarebbe piaciuto molto ricreare un posticino così. Il design scandinavo, oggi noto a tutti. Pulito, equilibrato, luce, luce e ancora luce.

Salotto norvegian style

Gallery Wall

Quando è stato il momento di scegliere e prendere posizione, mi sono ricordata di quella foto e di quel bianco che mi metteva serenità. Ovviamente la mia personalità non va in una direzione, quindi ho preso il prodotto di quello che sono diventata negli anni e ho fatto casa: luce, Oriente, legno, quadri, quadri e ancora quadri, di giovani artisti e non, angoletti di verde, libri e musica in ogni dove, tappeti. Insomma questa è proprio casa mia. Non c’è alcun dubbio.

Salotto di Sabrina con divano e tavolino in larice

Salotto di casa mia

Scale libreria legno

Scale libreria legno

Interior design

Salotto di casa mia con dettaglio tavolo e pianoforte

Sabrina nel suo salotto

Nel mio salotto, tanti chili fa

Camera da letto stile nordico

La mia camera da letto in stile nordico

Insomma scandinava, bohemian e retrò. Molto mio. Molto Me.

Voi, invece come avete scelto il vostro arredamento? Spinti da una moda? Da un interior design? O che?


Unisciti alla Discussione! 6 Commenti

  1. Complimenti x la scelta dello stile mi rivedo molto nel tuo gusto, stupendo il tappeto, e un bancale come tavolino l’ho costruito pure io. La scelta dello stesso letto l’ho riprodotta in camera di mia figlia ????

    Rispondi
  2. No scusa ma i punti interrogativi ovviamente non c’entravano volevo solo mettere questi : ????????????

    Rispondi
  3. Autore

    Sono felice che il mio stile ti piaccia. Ho cercato di seguire a grandi linee la luce portata dai colori bianchi dei mobili e delle mensole abbinandoli a dettagli a netto contrasto. Questo per quanto riguarda la camera da letto. Pensa che quel letto Ikea lo tengo da un bel pò di anni e avevo anche pensato di cambiarlo per uno in legno ma questo lo trovo così romantico! Invece per quanto riguarda gli arredi del salotto come vedi legno e colori e un altro pezzo Ikea, il tappeto! Grazie ancora! Alla prossima! 🙂

    Rispondi
  4. Autore

    Comunque grazie per il tuo commento continua a seguirci se ti va, colgo l’occasione per farti una domanda. Come sei arrivata su Lahoralinda? Piccole curiosità 🙂 Stay tuned

    Rispondi
  5. ???? vi seguo su instagram abbiamo passioni che ci uniscono e così avendo visto che possedete un blog anche voi incuriosita sono venuta a spulciare ???? a presto

    Rispondi
  6. […] vi dicevo nel Sognando la Norvegia, la mia nuova casa, abbiamo una nuova casa da pochi mesi ed io, prima ancora di traslocare, avevo già il mio […]

    Rispondi

Rispondi

Autore

Sabrina

Mamma del piccolo Pepe, appassionata di ogni forma d’arte, dal cinema alla fotografia, dall’arte alla musica al design. Ama circondarsi di cose belle che trova in giro ma soprattutto sul web, dove si sbizzarrisce con ricerche minuziose, scovando accessori e arredi di gusto vintage o swedish, la sua passione.

Argomento

Appartamento, Design Scandinavo, Interior Design

Tags

, , , ,