Questa è una Moodboard un po’ speciale dedicata al Natale, il mio, ai ricordi e desideri.

 

moodboard christmas

Mi piace credere a Babbo Natale. Mi piace crederci ancora. Mi piace pensare a lettere piene di desideri e ceralacca arrivare al Polo Nord accompagnati da alci volanti. Mi piace crederci perchè credo nelle Emozioni e nell’Amore.

Mi piace credere negli abbracci quelli dove il tempo sembra fermarsi, mi piace credere che questo Natale potrò riabbracciare chi è ora lontano. Mi piace ricordare un giorno lontano di quando ero universitaria a trascorrere un pomeriggio con mia madre e mio fratello in giro per Via Toledo e la Rinascente a Napoli, nostro appuntamento fisso a cercare decorazioni e regali, mi piace sentire l’odore delle caldarroste per il centro storico e l’odore dei camini accesi mentre la mattina accompagno mio figlio a scuola, mi piace sentire quel freddo frizzante e tagliente, mi piace mettere cappelli, sciarpe e maglioni, quelli doppi e con disegni natalizi e a volte un po’ kitsch.  Mi piace raccontare storie di Natale, leggerle a mio figlio e trasmettergli il fascino per magie, polveri di fata ed elfi che costruiscono doni per i bambini nel mondo. Mi piace mettere sistematicamente e da anni non ricordo più quanti, sempre la canzone di Natale che preferisco, piangendo puntualmente come sempre. La canzone è Do They know It’s Christmas della Band Aid  e tutte le sue versioni. https://www.youtube.com/watch?v=bjQzJAKxTrE , ecco regalo qualche lacrima anche a voi.

E ovviamente a raffica tutta le Christmas song di Frank Sinatra, Bing Crosby e Jingles Bell perchè a Pepe piace molto.

Natale è sentire l’odore dei fiori d’arancio e zucchero a velo sparso in cucina perchè significa che i biscotti di famiglia sono in forno, pronti per essere regalati con confezioni fatte a mano e fiocchi.

Sarà Natale per me un giorno qualsiasi dell’anno, quando mio marito finirà le traversate oltreoceano e mi dirà che tornerà per sempre da noi, questo sarà il più bello di tutti, ci scommetto.

Natale è quando tiri giù le scatole degli addobbi e con un sorriso scartocci tutto quello che ti capita in mano, il mio vecchio presepe sgangherato di quando ero bambina al quale non rinuncerei mai. Natale è quando la tv ti trascina sotto un plaid con i film natalizi e iniziano le serate a suon di  Piccole donne, Love Actually, La vita è meravigliosa e lunghi tè di mela e uvetta accompagnati da biscotti al cioccolato da inzuppare. Natale è quando gli zampognari entrano nella tua casa, ogni anno mio padre li faceva venire e a me piaceva così tanto; un suono misto di festa e malinconia. Natale è l’odore inebriante di pastiera mentre cammini fuori le case e di struffoli multicolor nelle vetrine delle pasticcerie. Natale è noci, pistacchi, fichi secchi e datteri fissi nella tua cucina. Natale è ricordare il pranzo con la tua famiglia tra leccornie cucinate per giorni e Natale in casa Cupiello, preciso come tutti gli anni da secoli, facendo a gara a chi conosce meglio le battute e inizia la maratona di Eduardo fino a sera. Natale è quando fai notte per finire i decori in casa, alberelli con elfi nascosti e palline, stelle e lucine appese ovunque e la mattina quando si sveglia il tuo bimbo ha gli occhi pieni di stupore.

Natale è aspettare che nevichi anche se la neve sappiamo che qui, al Sud è un miracolo, è miracolo è stato quando due anni fa al caldo di un divano e di un abbraccio in piena notte la neve ci ha colto di sorpresa e noi fuori la finestra a guardare come i bambini. Natale è quando 3 giorni prima del 25 inizi la preparazione della minestra maritata, mani in ammollo per ore e gambe stanche ma sarai premiata con il sorriso e i complimenti di tuo marito.

Natale è quando conti alla rovescia che arrivi il 23 di dicembre perchè hai voglia di sentirti a casa nelle braccia forti dell’uomo che hai scelto, Natale è quando mio figlio e mio marito fanno grasse risate su un divano, Natale è vedere negli occhi di tuo figlio l’attesa della nascita del fratellino che cerca ogni giorno e chiama nella mia pancia.

Natale è credere nella magia e nel fatto che i sogni non restano in lettere chiuse da ceralacca ma a volte, spesso si esaudiscono senza che noi ce ne accorgiamo. I miei auguri per voi, amate e sognate senza smettere, mai.

Rispondi

Autore

Sabrina

Mamma del piccolo Pepe, appassionata di ogni forma d’arte, dal cinema alla fotografia, dall’arte alla musica al design. Ama circondarsi di cose belle che trova in giro ma soprattutto sul web, dove si sbizzarrisce con ricerche minuziose, scovando accessori e arredi di gusto vintage o swedish, la sua passione.

Argomento

Inspiration, moodboard

Tags

, ,