Quando qualche mese fa ho iniziato a pensare all’arredo della mia nuova guesthouse, mi sono catapultata su Pinterest pensando che avrei scelto gli elementi e i colori dello stile nordico. Andando avanti, però, mi sono fatta una domanda…

E’ giusto arredare secondo una tendenza? E se tutto divenisse presto fuori moda?
Ho cercato di schiarirmi le idee, chiedendomi cosa avrei voluto offrire davvero ai miei ospiti. Servizi e arredi essenziali certo, ma poi?

piedi su pavimento anni 50

A piedi nudi sul pavimento della mia guesthouse

Cosa cercate voi quando scegliete un luogo di vacanza? Se non avete scelto un hotel, è perchè volete sentirvi a casa. E non in una qualsiasi, una più speciale, che vi ospiterà nei momenti di svago e relax. Una casa dove starete per pochi giorni, ma dove vorreste vivere sempre. Perchè comoda e anche bella.

Che cosa ho fatto allora?

Mi sono presa del tempo.
Dopo i mobili di base, ho iniziato a procedere piano, apprezzando il piacere di selezionare ogni singolo oggetto per avvicinarmi al mio stile, perchè volevo creare un luogo che parlasse anche un po’ di me. Di me e di mio marito, con cui sto portando avanti quest’avventura di hosting in uno stimolante confronto di creatività e immaginazione.

Così, poco a poco, questa amata guesthouse sta prendendo aspetto, colore e forma. C’è un richiamo allo stile nordico di cui apprezzo la luminosità dei colori chiari e la naturalezza del legno, a cui, lentamente aggiungo accessori e dettagli dècor. Oggetti vintage, recuperati, trovati in giro qua e là, tutto senza fretta.

Avrei mille altre cose da dirvi, perchè come si sarà capito, tengo molto a questa casa. La sto arredando con il cuore, seguendo un’ispirazione che sento intorno a me ogni giorno. Prima o poi vi mostrerò l’intero appartamento, con tante foto e nuove parole, intanto ecco gli ultimi acquisti fatti da Maison du Monde.

 

Come dicono gli americani: “When you are in doubt, add pillows!“, così sul divano ho aggiunto un altro grazioso cuscino, petaloso come una rosa.

cuscini sul divano

Qui vedete l’effetto finale con divano Ikea. Adoro questa foto perchè rende un po’ l’idea di cosa intendo per comfort e bellezza. Davanti c’è la panca realizzata per me da mio padre con assi di recupero e le favolose, delicate illustrazioni di Serena Marra (vi abbiamo già parlato di lei qui).

living room style

Il salotto della mia guesthouse con le illustrazioni di Serena Marra

Con questo attaccapanni è stato subito amore. Io e mio marito lo abbiamo scelto per completare il piccolo angolo ingresso di fianco alla porta. Mi ricorda l’icona del design anni ’50 Hang it all ma forse sto esagerando nel paragone 🙂 Mi piacerebbe aggiungere una mensola lassù, con piantine dalle foglie cadenti e qualche cappello esotico. Tutto ancora work in progress, voi cosa ne dite?

attaccapanni maisondumonde

ingresso

L’appartamento si trova in un edifico di fine ‘800 e quindi ha pareti molto alte, difficili da arredare. Ho pensato allora a questa scritta in giallo senape, che mette di buonumore e che presto finirà in corridoio.

scritta da parete smile maison du monde

A proposito di giallo, aggiungerne un tocco qua e là è sempre una buona idea (specie per me). Ho sistemato orologio e quadro motivazionale di fianco all’omino Ikea per riempire lo scaffale più alto di questa libreria che ho trovato per strada in una tinta verde brillante. Questo è accaduto molto prima del trend Greenery, il colore 2017 secondo Pantone. Altrimenti non avrei permesso a mio marito di tinteggiarla di bianco, ci sono volute 5 mani di vernice per ricoprirla 🙂

angolo dècor con orologio maison du monde

Riflessa nel quadro ci sono io.

angolo dècor

La parete con i piatti è sempre stato un mio sogno che qui sta diventando realtà. Ho affiancato quello acquistato da Maison du Monde a quello di Ikea con gli occhi (anche se qui a lahoralinda l’amante degli occhi è Sabrina). Ho già trovato un altro piatto da attaccare, così arriverò a tre. Ma questo è solo l’inizio: ho mire ambiziose e tanto spazio ancora.
parete con piatti ikea e maison du monde

Infine, le lucine! Queste le ho tenute per casa mia. Le ho messe vicino alla tenda per riempire un angolo vuoto e creare un’atmosfera soft di sera, quando è il momento di far scendere il buio (e provare a calmare i bimbi in vista della nanna).

lanterne maison du monde

lanterne maison du monde

Et voilà, vi ho mostrato tutto per ora. Ditemi cosa ne pensate o, se vi va, rispondete ad alcune domande del mio post. Prima di tutte: è giusto arredare secondo una tendenza?

Rispondi

Autore

Angela

Catapultata dal mondo del marketing a una famiglia gemellare, adora fantasticare su come decorare corners, oggetti e pareti di casa. Una aspirante crafty girl pazza per scatole, ghirlande e piccoli oggetti vintage, con mille e uno idee per la testa.

Argomento

Home decor

Tags

, , , , , , , , ,